L’estate sta finendo e poi saranno 32.

L’estate sta finendo e un anno se ne va, sto diventando grande.

Sai che non mi va.

Io sono ancora sola
non è una novità

Per me la fine dell’estate è rappresentata da una sola canzone “gente di mare”. Ho ricordi di interminabili momenti abbracciati mentre le note scandiscono l’attesa prima dei fuochi d’artificio. Lacrime scendevano copiose sul mio volto e pareva tutto così infinitamente doloroso. Poi, con la facilità che abbiamo da giovani, ritornavo a casa con una certa nostalgia che svaniva nell’entrare alla Standa e vedere tutto il materiale scolastico. Era un’eccitazione fantastica, toccare tutti i diari, i quaderni e le penne. Pur sapendo che mamma non si poteva permettere granchè cercavo il diario perfetto. Quello che mi avrebbe fatto compagnia per tutto l’anno. La Semoranda sarebbe arrivata, mooooolto dopo.

self2

Ora tra tablet, cellulari, computer pare che l’agenda non serva. Io da una anno a questa parte ho adottato la moleskina, quanto mi piace scrivere con la matita. Gocce di pensieri sconnessi che riempiono pagine a ricordarmi che prima di digitare sapevo scrivere.

L’estate sta finendo e l’ansia mi invade. L’attesa, il nuovo. Sto diventando grande. Si beh sarei già grande, ma solo anagraficamente parlando. Quest’anno è l’anno.

Ho fatto l’ADSL, a nome mio a casa sua. Casa che …si beh lui dice “nostra. La duchessa ieri ha visto per la prima volta una sua foto “è lui?” “no mamma era uno che passava li per caso”. “Bene, quindi ora me lo puoi dire il nome”. Silenzio, imbarazzo. Lei continua ridendo “se vuoi te lo dico io come si chiama. Io lo so”. Un tonfo al cuore.

La scala l’hanno finita, hanno montato (male) le piastrelle della cucina  e lunedì prossimo arriva la camera da letto. E si abbiamo l’ADSL, fiumi di fotografie vi attendono (siete ancora in tempo a scappare). Ci siamo. Solo a pensarci, ho un morso alla gola. Boccheggio. Resta l’annosa questione del: montare gli armadi, traslocare, comprare un tavolo, le sedie, lo scopino del WC, le lampade. A si! Il Giammy che vuole comprare tutto online . Ieri analisi comparati su excel con Giammy che tutto serio dice a se stesso (perché spero vivamente che non pensasse che io ero nella sua orbita) “mm però non ho attualizzato il costo”. o_O Ecco, avete capito chi è il colto di famiglia. Tutto questo per comprare una lavatrice. Non oso immaginare cos’è capace di fare quando dovremo scegliere in che scuola mandare nostro figlio.

L’estate sta finendo, ed io sto diventando grande. Il 22 sono 32. Un anno è arrivo a quell’anno dannato. L’anno di Cristo, si lo so è  una costa stupida. Da quando ho 12 anni attendo con ansia il 33. Mamma mi ha avuto a 33 anni e sostiene che “a me il nervo sciatico mi ha fatto male dopo il parto”  e ancora “ A 33 anni i figli non si fanno sei già vecchia”. E poi “ 33 anni è un’età particolare non sei giovane ma non hai nemmeno 40 anni”. E la mia assurda convinzione che a 33 anni finisce tutto.

In fondo i romani mediamente campavano 25 anni.

°°°°

Su Pepetour ci sono ancora appunti su Bodrum, se vi va di scoprire qualcosa in più sul mercato e lo shopping a Bodrum non dovete far altro che cliccare qui.

Ti è piaciuto? Share!

13 risposte a “L’estate sta finendo e poi saranno 32.”

  1. O.o anche a me la sciatica è venuta dopo il parto…
    dai sei ancora il tempo… può nascere prima che compi 33 anni… in fondo una gravidanza dura solo 40 settimane 😉
    baci e buon rientro…
    e buon compleanno….
    O.o

    1. No aspetta…!! Mi sono persa qualcosa?! Cioè tu sei mamma? Io ti collocavo decisamente più piccina di me. Il perchè esattamente non lo so. Dovrei indire una sorta di salotto dove bere il the con i miei muffin senza burro per poterci presentare. Forse è il caso di farlo. Ci sto pensando sul serio. Se no la terapia comune non può funzionare!!

        1. O___O Ok allora sono ufficialmente scioccata e mi nascondo sotto la gonnella di mamma!
          Dovrei porti anche delle scuse, mi sa. Uf

    1. Welcome on board!
      Tecnicamente so che hai ragione ma ci sono convinzioni giovanili difficili da superare. La mia fobia è il 33.
      Spero di continuare a vederti in questo piccolo angolo di follia. Quack

  2. eh già, sta proprio finendo, ma sei una giovincella tranquilla 😉
    e altro che finisce, io credo di aver iniziato davvero a godermi la vita dopo i 33

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

On Key

Related Posts