Oggi siamo andati a fare la classica gita in barca. Un barca si. Ma piena di Turchi, eravamo gli unici italiani. Oggi sono riuscita a sopportare 20 persone intorno a me. Si ehm non amo la gente. Amo star sola, al massimo in compagnia del Giammy e della Peppina. Strano per una che in un’altra vita é stata Napoleone. Si lo so. Ci sarebbe da parlarne con un buon psichiatra. Già sono pure sopravvissuta al pranzo rifiutando con garbo la pasta ( la mangio poco a casa figuriamoci se posso mangiare quella scotta di Bodrum!), però ho fatto il pieno di insalata, cetrioli e cipolla. Si cipolla cruda.

Tanti bagni e video di pesci. O Yeah! Mi sono dotata di fotocamera subacquea, sempre in attesa di viaggi più esotici. Ecco.

Tornati al resort scopro che ci sono i cammelli e una serata interamente turca. Ordunque non vi posso raccontare delle due signore turche cadute sulla barca a causa delle onde del mare e da me soccorse. Non vi posso neanche raccontare della signora culona a maleducata turca che si siede sopra il mio costume e poi si fa perdonare chiedendo il bis di insalata per me. Me. Una povera italiana che non mangia pasta a Bodrum. Ci sono tante altre cose che non vi posso dire. Devo andare dai cammelli ed evitare che il Giammy venda la sua sigaretta elettronica. Perché i turchi scambiano la sigaretta elettronica per un mini narghilè?! Mah.

 

Print Friendly, PDF & Email