Mentre aspettiamo che la situazione in Turchia si evolva a mio favore, pubblico foto sul tema “viaggiare”. Foto fate con iPhone 3GS per altro. Foto a caso. Una costante il viaggio.

Voleva essere il titolo del post, ma mi appariva alquanto lungo ^__^’

Travel02

Quest’anno non vi è stato mai un momento in cui io ed il Giammy ci siamo seduti nello stesso identico momento e ci siamo detti “che facciamo”. No, niente. Al massimo ci si alterna sul divano distrutti mentre uno o l’altro cucina.

Questo per dire che. Si siamo una coppia di esauriti cronici. Si, noi, #noncelapossiamofare. Ecco perché già l’idea di organizzare le vacanza ha provocato in me delle vertigini. Sono due anni che ricorro i prati verdi dell’Irlanda e i fiordi del nord; entrambe le vacanze necessitano di adeguata preparazione psicofisica che attualmente manca. Qui la più in forma di tutte è la Peppina, la quale si rifiuta di tornare a Milano fin quando casa nuova non sarà sistemata.

Come già enunciato, dopo tanto girovagare avevamo deciso di andare a Istanbul e Bodrum. A dirla tutta non è una vacanza che mi si cuce proprio addosso, ma i Giammy mi ha adescato con l’idea di me a caccia di spezie e ubriaca che girovagava per i mercatini. Abbiamo prenotato. Ebbene si. Dopo 10 giorni è successo quel che è successo.

Ritorna chiaramente in me una vecchia pubblicità “No Alpitour, ahi ahi!”. Già; perché pare proprio che i voli non siano annullabili. Personalmente avrei già disdetto tutto, il Giammy fiducioso crede nei Turchi. Onestamente non ci credevo prima, figuriamoci ora che le immagini dei giornali mi stanno dando ragione. Si so che appaio leggermente razzista, ma faccio un discorso molto semplice “il mondo è talmente vasto che non capisco perché devo andare in situazioni ambigue”.

Travel03

Voi capite ora il mio stato d’animo. Abbiamo lasciato una chances alla Turchia. Fino a fine giugno, poi dovremmo vagare per il globo in cerca di un’alternativa che non è così ovvia. Non abbiamo il tempo, siamo appunto a fine giugno, abbiamo solo due settimane in agosto e cosa da non sottovalutare io non reggo la gente. Si mi spiace. La mia vacanza ideale è composta da me,il Giammy, la Peppina e Mr. Danbo muniti di macchina fotografia, ciabatte e abitino smanicato. Un mezzo di trasporto che può essere una moto, una Jeep, un motoscafo. Qualsiasi cosa, tanto non guido. E via per nuovi mondi, cibi, colori e profumi.

Diciamo che quest’anno, a fronte di esaurimento cronico, mi accontento di un lettino e tanta penombra. Io al sole non ci sto.

Travel04

 

Voi che dite “Ma che forse è il caso di lasciar perdere?”

Print Friendly, PDF & Email