TOP

Sono passate due settimane. Solo due settimane.

Mi sembra un secolo, mi sembra una vita. Se chiudo gli occhi e cerco di ricordare, mi pare di vedermi addirittura più piccola, di altezza però. Minuta.

Sarebbe così semplice dire: signori miei è successo questo. Non riesco ancora a scriverlo. Però posso raccontarvi del contraccolpo.

Era la sera del sette ottobre. Era domenica.  Il piano il seguente: una torta per dei bambini, un puncake salato e qualche muffin. Facile.

Un progetto in testa. Un taccuino blu dove annotare frasi, ingredienti, ricette.

Alle 23.00 di quella domenica avevo sfornato tutto. Ero contenta del risultato. Meno dell’odore in cucina.

Niente mi avrebbe fermato.

Stasera la faccio breve.

Sono a casa da sola. Ho costruito un mummia di carta, senza tagliarmi le dita! E mi sono aperta una bottiglia di vino rosso.

Aperta. Ci sono voluti 10 minuti, un aiuto su twitter . Alla fine messa la bottiglia nel lavandino, per paura che si spaccasse, e coperta adeguatamente le mie dita, per paura che si spacassero anche loro, ce l’ho fatta.

Ora sono esausta e forsa un tantino bevuta, per non dire “ubriaca persa”!

Ecco.  Quindi posso:

a)Sparlare per ore solo per far aumentare il testo in questo post e mettere delle foto al posto giusto;

b) Evitare di dare dimostrazione di quanto sia bevuto e lasciar stare;

c) È troppo tardi lo hai già dimostrando!

E quindi! Via alla ricetta!

Riso risello quanto sei bello quando la mamma ti cuoce alla fiamma della cucina e nessuno indovina se sarai cotto a minestra o a risotto. Il riso a frittella lo vuol mia sorella il riso a budino il mio fratellino il riso stracotto

"Oh mio Dio!" strillò, la Signora Bevil, coprendosi gli occhi con una mano e vorticoso di distanza, "Dove sono i tuoi vestiti?"

"Oh, li ho tolti in modo da poter ballare nuda sotto la luna piena," Alice sorrise allegramente.

Perché Alice stava facendo questo alla signora . Ora poi che dovevamo aprire la galleria d’arte.

Alle porte della galleria si stavano già radunando molte persone.

 "Oh, um, beh ..." la signora Bevil tossì, sbirciò da sopra la spalla e si voltò. Dopo un lungo momento di imbarazzo, sorrise incerta e congiunse le mani davanti a sé. "E'  metà della giornata, cara, e la prossima luna piena non è per altre due settimane," si voltò verso di me con uno sguardo scettico, "E' ... normale ... nella vostra famiglia?”

Non amo particolarmente il rosa. Mi piace molto il verde, direi il color lime o verde acqua. Non da indossare. Il Verde è qualcosa che mi cattura la vista.

Il Verde pisello. Il Verde foglia. Beh il color verde è affascinante. Tra i colori verde amo da morire il Verde Ramarro. E questo anche decisamente su borse e accessori in generale.

Ho anche una predilezione per le rane. Sarà che ti guardano con quegli occhi quasi a dirti “beh! Sarai bella tu”. Sarà che sono anfibi specie che mi affascina da sempre. Sarà il legame antico che abbiamo con questi elementi.

Una torta di zucca. Sai che banalità. Infatti io volevo fare un torta di carote ma avevo li mezza zucca che mi strizzava l’occhio. Ho cercato in ogni dove e poi ho deciso. Chiamo mia madre. Siamo stati al telefono un'ora